La pubblicazione analizza i primi orientamenti giurisprudenziali che si sono formati in ordine alla modalità applicativa della reintegrazione in forma specifica nel giudizio amministrativo all'indomani della riforma della giustizia amministrativa (legge n. 205/2000). In particolare, viene criticata la giurisprudenza che riduce la novità della previsione legislativa del rimedio risarcitorio, facendolo sostanzialmente coincidere con gli effetti dell'annullamento giurisdizionale e, dunque, con le utilità già conseguibili tramite giudizio di ottemperanza.

La reintegrazione in forma specifica nella giurisprudenza amministrativa

RODOLFO MASERA S
2003-01-01

Abstract

La pubblicazione analizza i primi orientamenti giurisprudenziali che si sono formati in ordine alla modalità applicativa della reintegrazione in forma specifica nel giudizio amministrativo all'indomani della riforma della giustizia amministrativa (legge n. 205/2000). In particolare, viene criticata la giurisprudenza che riduce la novità della previsione legislativa del rimedio risarcitorio, facendolo sostanzialmente coincidere con gli effetti dell'annullamento giurisdizionale e, dunque, con le utilità già conseguibili tramite giudizio di ottemperanza.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Studium iuris 2003 pp 24-28.pdf

solo gestori di archivio

Tipologia: Versione Editoriale
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 3.46 MB
Formato Adobe PDF
3.46 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11581/468240
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact