L'articolo affronta il tema della ragionevole durata del giudizio amministrativo, alla luce della giurisprudenza civile ed amministrativa; ciò soprattutto con riferimento alla circostanza che la ragionevole durata del processo è garantita in particolar modo rispetto ad alcune tipologie di controversie, di rilevante impatto economico.

Nota a Cass., sez. I, 4 dicembre 2006, n. 25668, e Cass., sez. I, 12 dicembre 2007, n. 2766

RODOLFO MASERA S
2007-01-01

Abstract

L'articolo affronta il tema della ragionevole durata del giudizio amministrativo, alla luce della giurisprudenza civile ed amministrativa; ciò soprattutto con riferimento alla circostanza che la ragionevole durata del processo è garantita in particolar modo rispetto ad alcune tipologie di controversie, di rilevante impatto economico.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Il Foro italiano 2007 p. 2107-2110.pdf

solo gestori di archivio

Tipologia: Versione Editoriale
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 2.24 MB
Formato Adobe PDF
2.24 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11581/468116
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact