Lo scritto esamina la scelta del legislatore lombardo del 2003 di utilizzare lo strumento della pianificazione nel contesto del processo di liberalizzazione dei servizi di interesse economico generale imposto dal diritto comunitario. A livello nazionale, l’adeguamento normativo della disciplina dei “servizi pubblici” ai principi posti dall’ordinamento comunitario, ha incontrato l’ulteriore necessità interpretativa della conciliazione con il nuovo disegno costituzionale in tema di potestà legislativa di Stato e Regioni ex art. 117 della Costituzione.

La legge regionale lombarda in tema di servizi tra piani, liberalizzazioni e tutela degli utenti

SPUNTARELLI, Sara
2005-01-01

Abstract

Lo scritto esamina la scelta del legislatore lombardo del 2003 di utilizzare lo strumento della pianificazione nel contesto del processo di liberalizzazione dei servizi di interesse economico generale imposto dal diritto comunitario. A livello nazionale, l’adeguamento normativo della disciplina dei “servizi pubblici” ai principi posti dall’ordinamento comunitario, ha incontrato l’ulteriore necessità interpretativa della conciliazione con il nuovo disegno costituzionale in tema di potestà legislativa di Stato e Regioni ex art. 117 della Costituzione.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11581/202828
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact