L’intangibilità del giudicato come strumento per la tutela dei diritti