Fortuna e non degli accertamenti elettrofisiologici nella pratica medico-legale