Il contributo introduce ad una rilettura della prolusione del diritto positivo e dell'equità, tenuta nel 1879 da Vittorio Scialoja a Camerino. Dopo brevi cenni biografici su Scialoja, commenta l'intreccio della questione dell'unità nazionale recente italiana con il problema storico-giuridico dell'equità, utilizzata al tempo come base per disapplicazioni giurisprudenziali del diritto positivo. Scialoja, invece riafferma con forte determinazione come nella "guerra" tra equità e diritto positivo sia quest'ultimo, fondato sulla giovane legislazione statale, a dover essere l'unico a dover essere applicato nei tribunali e ad essere in grado di temperare e modificare inattuali formalismi

Italia "legibus fundata". Rileggendo la prolusione camerte di Scialoja su diritto positivo ed equità

MERCOGLIANO, Felice
2013

Abstract

Il contributo introduce ad una rilettura della prolusione del diritto positivo e dell'equità, tenuta nel 1879 da Vittorio Scialoja a Camerino. Dopo brevi cenni biografici su Scialoja, commenta l'intreccio della questione dell'unità nazionale recente italiana con il problema storico-giuridico dell'equità, utilizzata al tempo come base per disapplicazioni giurisprudenziali del diritto positivo. Scialoja, invece riafferma con forte determinazione come nella "guerra" tra equità e diritto positivo sia quest'ultimo, fondato sulla giovane legislazione statale, a dover essere l'unico a dover essere applicato nei tribunali e ad essere in grado di temperare e modificare inattuali formalismi
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11581/267982
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact