Se fare politica è dare forma allo spazio di coesistenza tra gli uomini, il progetto architettonico costituisce inevitabilmente un consapevole atto politico. Henri Lefebre ha parlato di “politica dello spazio”, di una azione politica che si manifesta nella forma dello spazio; l’architettura dando forma allo spazio abitato dagli uomini restituisce dunque una immagine speculare della società. Una riflessione sui termini CITTA’, PROGRAMMA e PROGETTO mette in luce i limiti del rapporto Architettura e Politica nella società contemporanea.

Città Programma Progetto

COCCIA, Luigi
2007

Abstract

Se fare politica è dare forma allo spazio di coesistenza tra gli uomini, il progetto architettonico costituisce inevitabilmente un consapevole atto politico. Henri Lefebre ha parlato di “politica dello spazio”, di una azione politica che si manifesta nella forma dello spazio; l’architettura dando forma allo spazio abitato dagli uomini restituisce dunque una immagine speculare della società. Una riflessione sui termini CITTA’, PROGRAMMA e PROGETTO mette in luce i limiti del rapporto Architettura e Politica nella società contemporanea.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11581/241854
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact