Il conflitto irriducibile tra raziocinio e natura primordiale