L’allevamento di asini inteso come allevamento di animali produttori di latte rappresenta un inedito assoluto degli ultimi anni; ma se questa tipologia di allevamento ha trovato spazio nel mondo occidentale ciò è dovuto alle peculiari caratteristiche del latte stesso.L’impiego del latte d’asina nell’alimentazione umana (bambini ed anziani) e, soprattutto, nella dietetica medica dell’uomo (soggetti allergici ed intolleranti ) fornisce alle associazioni di allevatori la giusta occasione perché queste si impegnino a meglio gestire e conservare il patrimonio asinino in Italia. La particolare destinazione di questo alimento impone, però, anche studi approfonditi su eventuali pericoli di natura microbiologica che potrebbero derivare dal consumo di latte d’asina, nonché la messa a punto di un sistema di controllo da espletarsi sia in autocontrollo che da parte del servizio pubblico. Di fatto il conteggio delle cellule somatiche del latte (o SCC da somatic cells count) nelle diverse fasi di lattazione, insieme alla determinazione della carica batterica, rappresentano ormai da anni, nelle più comuni specie lattifere (bovini, ovini e caprini) uno strumento di routine per la valutazione dello stato sanitario della mammella e della qualità del latte. Nella specie asinina, tuttavia, ancora del tutto carenti risultano alcune conoscenze di base su quelli che sono i normali valori di sanità del latte d’asina e solo nell’ultimo anno alcuni articoli che cercavano di fare luce in questo senso sono iniziati a comparire in bibliografia. In questo capitolo vengono riportati i dati relativi alla messa a punto di una nuova metodica per il conteggio differenziale delle cellule del latte d'asina e sua applicazione in campo durante più cicli di lattazione.

Caratteristiche citologiche e parametri sanitari del latte d'asina

BEGHELLI, Daniela;
2011

Abstract

L’allevamento di asini inteso come allevamento di animali produttori di latte rappresenta un inedito assoluto degli ultimi anni; ma se questa tipologia di allevamento ha trovato spazio nel mondo occidentale ciò è dovuto alle peculiari caratteristiche del latte stesso.L’impiego del latte d’asina nell’alimentazione umana (bambini ed anziani) e, soprattutto, nella dietetica medica dell’uomo (soggetti allergici ed intolleranti ) fornisce alle associazioni di allevatori la giusta occasione perché queste si impegnino a meglio gestire e conservare il patrimonio asinino in Italia. La particolare destinazione di questo alimento impone, però, anche studi approfonditi su eventuali pericoli di natura microbiologica che potrebbero derivare dal consumo di latte d’asina, nonché la messa a punto di un sistema di controllo da espletarsi sia in autocontrollo che da parte del servizio pubblico. Di fatto il conteggio delle cellule somatiche del latte (o SCC da somatic cells count) nelle diverse fasi di lattazione, insieme alla determinazione della carica batterica, rappresentano ormai da anni, nelle più comuni specie lattifere (bovini, ovini e caprini) uno strumento di routine per la valutazione dello stato sanitario della mammella e della qualità del latte. Nella specie asinina, tuttavia, ancora del tutto carenti risultano alcune conoscenze di base su quelli che sono i normali valori di sanità del latte d’asina e solo nell’ultimo anno alcuni articoli che cercavano di fare luce in questo senso sono iniziati a comparire in bibliografia. In questo capitolo vengono riportati i dati relativi alla messa a punto di una nuova metodica per il conteggio differenziale delle cellule del latte d'asina e sua applicazione in campo durante più cicli di lattazione.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11581/207056
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact