“La ‘traduzione’ del linguaggio dei diritti: fra universalismo e dialogo interculturale