L'INSOPPORTABILE LEGGEREZZA DELL'ARCHITETTURA E DEL SUO SPAZIO VIRTUALE